Libri

In questa sezione del forum si può discutere di tutto ciò che riguarda l'arte, in tutte le sue forme, legata al viaggio.

Re: Libri

Messaggioda Jena Plissken » 01/12/2009, 0:19

Trovati mi sono già divorato Caffè Europa semplicemente fantastico l' autrice in 185 pagine riesce a riassumere cosa è stato il comunismo per chi l' ha vissuto non per chi ne parla a sproposito o se ne riempe la bocca , in Jugoslavia, Albania , Romania , Bulgaria , Cecoslovacchia.

Partendo dalla seconda guerra mondiale e arrivando alla guerra in Bosnia, c'è davvero tutto dentro , da Tito alla Croazia Nazionalista , Jasenovac , la seconda guerra mondiale, le recenti guerre , Ceasescu , fino alle piccole cose quotidiane , il cibo , il trucco , i cortili balcanici , il tutto filtrato dalla grande sensibilità e dalla vita reale della scrittrice.

Imprenscindibile ;)
Ultima modifica di Jena Plissken il 01/12/2009, 0:52, modificato 1 volta in totale.
L' ho vista e abbiamo bevuto assieme della vodka russa, e lei aveva ed ha degli occhi che sono capaci di convertire alla fede un boia coreano

"La pista può essere ufficiale, nota e scontata oppure inedita e nuova, può portare a luoghi previsti o al nulla, può perdersi nel deserto oppure no, viene scelta, intuita creata"

il mio nuovo blog : http://jenaplissken.tumblr.com/
Avatar utente
Jena Plissken
Moderatore
 
Messaggi: 4439
Iscritto il: 15/01/2009, 14:01

Re: Libri

Messaggioda geom.Calboni » 01/12/2009, 0:38

devo leggerlo...
fotocopialo... :|
"Stiamo attenti, siamo contenti, comportiamoci bene e mangiamo la semplicità".

Nella vita le cose serie, alla lunga, ti fregano. Gustiamoci le cose effimere che proprio in quanto tali non ti tradiscono mai.

Studio la Serbia, mi piace la Russia, frequento la Polonia.

"Ho avuto molti ospiti e di varie nazionalità ma solo quella sera tutto il il locale parlava italiano"
Avatar utente
geom.Calboni
Moderatore
 
Messaggi: 9011
Iscritto il: 16/01/2009, 10:36
Località: Козе́нца - Флоре́нция

Re: Libri

Messaggioda Jena Plissken » 01/12/2009, 0:46

geom.Calboni ha scritto:devo leggerlo...
fotocopialo... :|


lo trovi qui : Biblioteca nazionale centrale - Firenze - FI :)

dritta per chi cerca libri rari , fuori catalogo o per chi vuol risparmiare qui

http://opac.sbn.it/opacsbn/opac/iccu/base.jsp

c'e' il database dei libri disponibili nelle biblioteche italiane buona ricerca
L' ho vista e abbiamo bevuto assieme della vodka russa, e lei aveva ed ha degli occhi che sono capaci di convertire alla fede un boia coreano

"La pista può essere ufficiale, nota e scontata oppure inedita e nuova, può portare a luoghi previsti o al nulla, può perdersi nel deserto oppure no, viene scelta, intuita creata"

il mio nuovo blog : http://jenaplissken.tumblr.com/
Avatar utente
Jena Plissken
Moderatore
 
Messaggi: 4439
Iscritto il: 15/01/2009, 14:01

Re: Libri

Messaggioda Leia74 » 01/12/2009, 10:34

Se puo' interessare, i libri di Slavenka Drakulic esistono anche nelle biblioteche di Roma. Non molte copie (una o due per titolo in tutta Roma) ma col prestito interbibliotecario basta andare alla biblioteca sotto casa e chiedere che ti facciano arrivare il libro che si trova in un'altra biblioteca romana (AMO questo servizio!! :D )

http://opac.bibliotechediroma.it/

Altri suoi titoli presenti sono Balkan Express, Pelle di marmo, Il gusto di un uomo e Come se io non ci fossi, oltre a una raccolta di autori vari "L'altro accanto a noi".
Inoltre ha scritto la prefazione al libro "Il centro del mondo : Sarajevo, esilio di una citta" di Dzevad Karahasan.
Le mie foto:
http://sabrinastravels.shutterfly.com

Latest trips: Piemonte in dettaglio (pure troppo, ago 2017-mag 2019), New York + Boston (mar 18), Bretagna e Normandia in moto (ago 18), Svezia centrale (ago 2019), Parchi USA Ovest (dic 19-gen 20)
Next: ???
Avatar utente
Leia74
Sono a 1500 Km
 
Messaggi: 1884
Iscritto il: 22/01/2009, 0:05
Località: Roma

Re: Libri

Messaggioda MisterG » 04/12/2009, 13:24

ultime proposte del MisterG :

"Taccuino di un vecchio bevitore" di Amis Kingsley . Baldini e castoldi

"Per questo" di Anna Politkovskaja . Adelphi

"Il laboratorio dei GuLAg" di Liechtenan Francine D. ed. Lindau

" Goli Otok" di Giacomo Scotti. Ed. Lint

" Alcune mie vite " di V.Shalamov .Ed Scie Mondadori

" Un'altra birra " di Massimo Acanfora . Ed. AltraEconomia

Buona Lettura

MisterG
Bianca come la vodka trasparente sulla neve
www.russia-italia.com
www.soyombo.it
Avatar utente
MisterG
Ho appena percorso 100 Km
 
Messaggi: 259
Iscritto il: 20/04/2009, 10:15

Re: Libri

Messaggioda scareface » 09/12/2009, 13:26

mi appresto a leggere

Il canto dellre ruote - Claude Marthaler

Immagine

E’ partito per stare via un paio d’anni. E’ tornato dopo sette. Sette anni in giro per il mondo. Da solo. In bici. Claude Marthaler è partito da casa: ha spento la luce, ha chiuso la porta, è salito in sella. Prima ha salutato la mamma, che avrebbe rivisto dopo quattro anni, e il papà, lui dopo sette. "La parte più difficile del viaggio - racconta - non è la partenza. Ogni partenza è meravigliosa. La parte più difficile è il ritorno. Il ritorno è come un allunaggio. E prima di ritrovare il ritmo e le maniere...". Da Ginevra direzione est, sempre dritto, che poi è un modo di dire, non puoi sbagliare: i Paesi dell’ex Unione Sovietica, il Caucaso, il Tibet, l’India, fino a Tokyo, arrivo previsto in due anni, tempo impiegato tre, grazie a qualche divagazione sul tema, come due volte il Tibet, come il secondo campo dell’Everest, come qualche arrampicata su qualche cima con qualche compagno. Poi un aereo per l’Alaska, da lì direzione sud, sempre diritto, che poi continua a essere un modo di dire, non puoi sbagliare. E risalendo dall’Africa. Totale: 122 mila chilometri, 60 Paesi, quattro continenti.

Marthaler ha 48 anni, un’altezza che lo giustificherebbe più su un campo da basket che su un cavallo di acciaio, francese inglese tedesco spagnolo qualcosa di italiano anche se anticamente scolastico, "per
farsi capire quando non ci si riesce a capire bastano i gesti, fame mangiare stanco dormire, la lingua serve non per sopravvivere ma per approfondire". Professione: cicloviaggiatore. Che poi è campare in qualche modo, pedalando, o meglio pedalare, campando in qualche modo: scrivendo fotografando raccontando trovando gente disposta ad aiutarti per amicizia per rispetto per stima per ammirazione perché non ha avuto il coraggio di fare quello che lui ha ripetuto giorno per giorno per sette anni: pedalare, cioè viaggiare, cioè vivere.

"Sei un mercante? mi chiedevano, no che non lo ero, ma non avevano mica tutti i torti, perché sulla bici portavo 80 chili di roba". "La bici è un’avventura climatica, sei legato alla natura, certe volte una tazza di tè caldo è già il paradiso". "Serate con racconti canzoni e vodka". "I posti più belli? Le amicizie e le storie d’amore". "Quando riparavo la bici, avevo l’impressione di curare me stesso". "Un fiume con i suoi meandri, ecco che cos’è la mia vita: non ho mai saputo prenderla diritta". "Ho avuto i miei momenti di paura: quando ho subito due attacchi in Ucraina. Ho avuto i miei momenti di malattia, quattro malarie: ma la malattia fa bene, ti mostra e ti ricorda i tuoi limiti. Ho avuto i miei momenti di preoccupazione, economica: la mancanza di soldi è una costante".

La solitudine come bisogno: "Sono partito per mio fratello, morto a 22 anni, speleologo in Papuasia". Come destino: "Ho incontrato un solo altro ciclista, un belga, ma veniva dalla direzione opposta". Come
dilemma o paradosso: "Vita nomade o stanziale, non riesco ancora a decidere". Difficile immaginare a una sua vita stanziale: "Fra il partire e il non partire, io consiglio sempre di partire".
- Anton -

qui tu non riderai, tu non piangerai qui si riga dritto e basta!

Destinazioni passate presenti e future - Fotogallery viaggi - scare playlist [pdf]


Immagine
Avatar utente
scareface
Ho appena percorso 700 Km
 
Messaggi: 854
Iscritto il: 21/01/2009, 22:39
Località: Perugia - Cairns - Rostock

Re: Libri

Messaggioda geom.Calboni » 17/12/2009, 23:28

Si segnala la pubblicazione del primo libro di Andrea Sabatini, amico e collaboratore di OTRA.


AD OVEST DELL'EST.
Andata e ritorno lungo la Via della Seta e la Transiberiana.


edizioni Zerounoundici

http://www.on-the-road-again.it/comunic ... llest.html
"Stiamo attenti, siamo contenti, comportiamoci bene e mangiamo la semplicità".

Nella vita le cose serie, alla lunga, ti fregano. Gustiamoci le cose effimere che proprio in quanto tali non ti tradiscono mai.

Studio la Serbia, mi piace la Russia, frequento la Polonia.

"Ho avuto molti ospiti e di varie nazionalità ma solo quella sera tutto il il locale parlava italiano"
Avatar utente
geom.Calboni
Moderatore
 
Messaggi: 9011
Iscritto il: 16/01/2009, 10:36
Località: Козе́нца - Флоре́нция

Re: Libri

Messaggioda geom.Calboni » 12/01/2010, 1:33

per tenerci in tema Moldova, che sta occupando la nostra attenzione in questi giorni, segnalo:
"Ballata per la figlia del macellaio" di Peter Manseau:
http://www.librinews.com/2009/11/29/lib ... i-editore/
"Stiamo attenti, siamo contenti, comportiamoci bene e mangiamo la semplicità".

Nella vita le cose serie, alla lunga, ti fregano. Gustiamoci le cose effimere che proprio in quanto tali non ti tradiscono mai.

Studio la Serbia, mi piace la Russia, frequento la Polonia.

"Ho avuto molti ospiti e di varie nazionalità ma solo quella sera tutto il il locale parlava italiano"
Avatar utente
geom.Calboni
Moderatore
 
Messaggi: 9011
Iscritto il: 16/01/2009, 10:36
Località: Козе́нца - Флоре́нция

Re: Libri

Messaggioda radaulpa » 28/01/2010, 13:43

consiglio il libro di Ibn Battuda - un marocchino partito da fez nel 1300 e qualcosa e stato in giro per 24 anni -trovato nella traduzione di Gabrieli-

cercandolo mi sono imbattuto in qualche altro titolo interessante.

oltre a resoconti vari di altri viaggiatori nordafricani passati in italia ho trovato questo, che quando leggerò :roll: vi recensirò

"la luna risplendente, Palermo nei ricordi di un ambasciatore marocchino del 700" di muhammad ibn uthman al-minknasi (chiaramente io lo leggerò in traduzione) ed liceo ginnasio"gian giacomo adria" mazara del vallo
Avatar utente
radaulpa
Sono a 1500 Km
 
Messaggi: 1534
Iscritto il: 15/01/2009, 20:50

Re: Libri

Messaggioda chaccaps » 28/01/2010, 17:21

qualcuno ha letto il libro "viaggiare e non partire" ??
Avatar utente
chaccaps
Ho appena percorso 500 Km
 
Messaggi: 500
Iscritto il: 13/03/2009, 11:02
Località: Bell'Italia

Re: Libri

Messaggioda radaulpa » 13/04/2010, 15:11

ho finito battuda! molto bello, lo consiglio!
ora sono in ballo col milione, vi saprò dire ;)
Avatar utente
radaulpa
Sono a 1500 Km
 
Messaggi: 1534
Iscritto il: 15/01/2009, 20:50

Re: Libri

Messaggioda darietto » 14/04/2010, 16:34

Aggiungo un ottimo libro letto sotto l'ombrellone settimana scorsa: "La Russia di Putin" di Anna Politkovskaja
Io: Vero Ground good morning, Warrior **** over Pine island, inbound for landing on rwy 22L

Twr: Warrior **** please note that Vero Ground cound't care less of what you said, but I'm Vero tower and so I care about you
Avatar utente
darietto
Sono a quota 2000 Km
 
Messaggi: 2220
Iscritto il: 19/01/2009, 18:23
Località: Ginevra

Re: Libri

Messaggioda cametauval » 14/04/2010, 16:41

darietto ha scritto:Aggiungo un ottimo libro letto sotto l'ombrellone settimana scorsa: "La Russia di Putin" di Anna Politkovskaja



anche io mi ripropongo sempre di leggerlo
cametauval
Sono a quota 2000 Km
 
Messaggi: 2299
Iscritto il: 25/02/2009, 11:02

Re: Libri

Messaggioda geom.Calboni » 29/04/2010, 12:45

Cocalari.
Vivere ai margini di Bucarest
Il viaggio Alfredo D'Amato alla scoperta degli 'invisibili', famiglie rimaste senza casa dopo la rivoluzione e che sopravvivono nella periferia della capitale romena in condizioni precarie grazie alla vendita di rottami metallici. Per raccontarne il quotidiano, il fotografo palermitano (premiato con l'Observer Hodge Photographic Award nel 2003, il One Media Award e l'Unicef Photo of the Year nel 2004) ha vissuto all'interno della comunità dei 'Cocalari' per un anno. Le immagini scattate sono raccolte in un libro ('Cocalari: Iron people of Bucharest') edito da Postcart


http://espresso.repubblica.it/multimedia/24245917/1/21
"Stiamo attenti, siamo contenti, comportiamoci bene e mangiamo la semplicità".

Nella vita le cose serie, alla lunga, ti fregano. Gustiamoci le cose effimere che proprio in quanto tali non ti tradiscono mai.

Studio la Serbia, mi piace la Russia, frequento la Polonia.

"Ho avuto molti ospiti e di varie nazionalità ma solo quella sera tutto il il locale parlava italiano"
Avatar utente
geom.Calboni
Moderatore
 
Messaggi: 9011
Iscritto il: 16/01/2009, 10:36
Località: Козе́нца - Флоре́нция

Re: Libri

Messaggioda palaz » 29/04/2010, 22:57

Per chi interessa sto leggendo "il rogo di Berlino" di Helga Schneider (adelphi) . Qui (http://fai.mentelocale.it/11877-il-rogo-di-berlino/ ) una breve recensione.

Un bel libro sulla Berlino e i suoi abitanti durante le ultime fasi della guerra.
Avatar utente
palaz
Sono a quota 1000 Km
 
Messaggi: 1057
Iscritto il: 18/01/2009, 14:21
Località: Roma

Re: Libri

Messaggioda MisterG » 17/05/2010, 16:13

Bestie , Uomini , dei . Il mistero del re del mondo .
di Ossendowsky
Il libro è un'opera dai molteplici aspetti: è un libro di viaggi; è una testimonianza del genocidio comunista dalle sue origini alle ultime lotte antibolsceviche condotte nel 1920-1921 agli estremi confini dello sterminato impero russo, in Mongolia; è la biografia di un personaggio ignorato e inquitante come il barone generale Ungern; è la rivelazione in Occidente del "mistero dei misteri": il "Re del Mondo". Avventura, politica, guerra, misticismo; battaglie fra mongoli, russi e cinesi; gli intrighi politici di tre diplomazie; la figura allucinata del barone Ungern; il mistero dell'Agartha; la profezia del Re del Mondo; le visioni dei Lama: l'autore ha saputo descrivere tutto questo assieme alla sua vicenda personale.

Il Dio della guerra:Ungern von Sternberg
di Jean Mabire
Un giorno partì a cavallo, folle di amore per la guerra e di istintivo ardore religioso, il generale barone von Ungern-Sternberg, dal golfo di Finlandia al deserto dei Gobi, e lo uccisero più per lo scandalo che davano la sua feroce vocazione e il suo inflessibile senso dell’onore e della decenza, che per autodifesa. Lo uccisero i bolscevichi, insieme agli altri dèi che minacciavano di intralciare il progresso. Il miraggio della potenza, la cavalcata del guerriero e dell’orda che gli obbediva, rendevano risibile l’umanitarismo cencioso‘à la Russie’ allora in voga: i piani quinquennali, le odi coatte al sudore della fronte, quel pugnaccio isterico sul tavolo dei padroni. In questo travolgente ‘romanzo’ il sangue scorre a fiumi, l’efferatezza si spreca, ma è come un farmaco. Non c’è mai puzza di carogna, perché Ungern e i suoi uomini, figli del vento, hanno troppa fretta, troppa sete di trionfo per fermarsi a pensare sopra la vita lasciandola marcire, per bamboleggiare nelle sociologie. Due ‘s’: sodalità e scelus contro gli empi, non socialismo – dicono le gesta del barone. Di assassinio in assassinio, di scoppio in scoppio, pur di progredire nella vita, non di truffa in truffa, e di guaìto in guaìto – così infuriò il magnifico Ungern, monaco guerriero, “uomo solo, uomo ‘dell’altrove’”, uomo compiuto e radicato nel dio.

( le recensioni sono presi dalla rete )
Bianca come la vodka trasparente sulla neve
www.russia-italia.com
www.soyombo.it
Avatar utente
MisterG
Ho appena percorso 100 Km
 
Messaggi: 259
Iscritto il: 20/04/2009, 10:15

Re: Libri

Messaggioda Jena Plissken » 22/05/2010, 23:30

Jergovic Miljenko, 2010, Zandonai
Prezzo di copertina € 15,00

Un grande libro di un grande scrittore bosniaco da leggere assolutamente insieme alle Marlboro di Sarajevo, un Andric moderno incensato da Rumiz, Claudio Magris e non solo, una garanzia !

Molti anni fa - in un’epoca quasi lontana - quando percorrevo la Bosnia in lungo e in largo durante i miei viaggi zingareschi lungo il Danubio e nei paesi confinanti, trovavo in Bosnia anche la felicità. Nel mondo di Jergovic - come del resto in nessun altro mondo - la felicità certamente non può esistere, eppure paradossalmente essa si sente; si sente quando potrebbe e dovrebbe essere vicina, il che rende ancora più terribile la sua impossibilità. E così non rimane altro che la rinuncia alla vita reale, la precarietà: “In un mondo fatto così - scrive Jergovic - c’è una regola fondamentale, che si riduce ad una valigia sempre pronta”.

Claudio Magris
L' ho vista e abbiamo bevuto assieme della vodka russa, e lei aveva ed ha degli occhi che sono capaci di convertire alla fede un boia coreano

"La pista può essere ufficiale, nota e scontata oppure inedita e nuova, può portare a luoghi previsti o al nulla, può perdersi nel deserto oppure no, viene scelta, intuita creata"

il mio nuovo blog : http://jenaplissken.tumblr.com/
Avatar utente
Jena Plissken
Moderatore
 
Messaggi: 4439
Iscritto il: 15/01/2009, 14:01

Re: Libri

Messaggioda Jena Plissken » 22/05/2010, 23:32

Ho visto morire Koenisberg di Deichelmann Hans, 2010, Mursia (Gruppo Editoriale)
€ 19,00

A Koenisberg , oggi Kaliningrad, capoluogo della Prussia orientale, fu combattuta una delle ultime battaglie sul Fronte Orientale. Stretta nella morsa dell’Armata Rossa la città fu distrutta dai bombardamenti e la popolazione civile venne sottoposta a ogni sorta di violenze. L’autore del diario, un medico tedesco che non fuggì dalla città, descrive in modo dettagliato, dal 4 aprile 1945 al 14 marzo 1948, le incredibili sofferenze, la lotta quotidiana per la sopravvivenza, la tragedia della fame, l’imperversare di malattie, la morte degli abitanti rimasti e la scomparsa della quasi totalità del tessuto urbano e di ogni traccia di un fiorente passato culturale.

( dal sito Feltrinelli - libro davvero consigliato )

Prima del mio viaggio a Kaliningrad non c’era lettura più appropriata
L' ho vista e abbiamo bevuto assieme della vodka russa, e lei aveva ed ha degli occhi che sono capaci di convertire alla fede un boia coreano

"La pista può essere ufficiale, nota e scontata oppure inedita e nuova, può portare a luoghi previsti o al nulla, può perdersi nel deserto oppure no, viene scelta, intuita creata"

il mio nuovo blog : http://jenaplissken.tumblr.com/
Avatar utente
Jena Plissken
Moderatore
 
Messaggi: 4439
Iscritto il: 15/01/2009, 14:01

Re: Libri

Messaggioda obe » 21/07/2010, 12:33

stavo cercando i primi due libri di Ambrogio Fogar.

Però nessun operatore online (tipo IBS o LAFELTRINELLI) li vende.
Sò che c'erano stati dei problemi perchè aveva copiato alcuni punti da altri autori.

Secondo voi non son più in vendita?
Avatar utente
obe
Delegato Territoriale
 
Messaggi: 2292
Iscritto il: 17/01/2009, 15:44
Località: Verbania

Re: Libri

Messaggioda Jena Plissken » 22/09/2010, 20:09

ricordo la trilogia di Colin Thubron sicuramente qualche libro è stato già citato ma ne ha scritto moltissimi ( anche sulla Cina ) :

In Siberia
Ombre sulla Via della seta e

Il cuore perduto dell'Asia
dal Turkmenistan al Pamir , lo sto leggendo ora in vista di possibili futuri ritorni da quelle parti dopo l' ottimo esperienza Kazaka
L' ho vista e abbiamo bevuto assieme della vodka russa, e lei aveva ed ha degli occhi che sono capaci di convertire alla fede un boia coreano

"La pista può essere ufficiale, nota e scontata oppure inedita e nuova, può portare a luoghi previsti o al nulla, può perdersi nel deserto oppure no, viene scelta, intuita creata"

il mio nuovo blog : http://jenaplissken.tumblr.com/
Avatar utente
Jena Plissken
Moderatore
 
Messaggi: 4439
Iscritto il: 15/01/2009, 14:01

PrecedenteProssimo

Torna a VIAGGI & ARTE

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron